Castle Clash: Recensione del gioco

Un gioco strategico per mobile che non riesce a rinnovare ma che non è poi cosi male.

Forse la lamentela più rigurgitata dai critici dei giochi mobili è che c’è troppa copia in questa parte del settore. Mentre gli odiatori sostengono che la mancanza di originalità è una cosa negativa, non è intrinsecamente così. Molte delle “chiacchiere sfacciate” che abbiamo visto su Android e iOS sono state altrettanto buone, se non migliori, dei giochi che le hanno ispirate. Poi ci sono giochi come Castle Clash, che ovviamente traggono ispirazione, ma mancano di quella grinta necessaria a reggere il suo.

Castle clash

Simile a Jungle Heat del mese scorso, Castle Clash è un gioco di strategia per la costruzione di basi che richiede ai giocatori di costruire eserciti, attaccare i nemici, ricercare beni, raccogliere risorse e diventare il giocatore più potente. Chiunque abbia giocato a giochi come Clash of Clans e Jungle Heat noterà le somiglianze immediate. Mentre lo stile artistico è diverso, il gameplay reale è praticamente identico. Il gioco prende il via con una breve sessione di tutorial, quindi ti lascia con una base barebone con difesa minima. Da lì, è necessario aggiornare le strutture e assumere truppe.

Che cos’è Castle Clash

Le offerte per giocatore singolo sono limitate, ma importanti. C’è una serie di livelli che i giocatori possono giocare come vogliono. Ogni livello consiste in una battaglia contro una base pre-costruita, che lo rende uno strumento eccellente per aiutare i nuovi giocatori a imparare a giocare, e cosa fa e cosa non funziona quando si costruisce una base. Piuttosto che prendere in giro giocatori con il guazzabuglio di livelli in multiplayer, la modalità single player basata sul livello si evolverà rapidamente da “un bel modo per guadagnare poche risorse” per “adattarsi o morire!”

Questo rapido aumento di difficoltà aggiunge un certo livello di fascino frustrante a Castle Clash che è altrimenti assente. Sfortunatamente, questo picco spinge il ritmo e apparentemente porta ad un arresto fino a quando certe unità e strutture raggiungono un livello più alto. Questa non è necessariamente una brutta cosa, poiché il livellamento anticipato è semplice e veloce a causa del gioco che fornisce tonnellate di risorse preziose. Costruire e aggiornare le strutture è un processo semplice (anche se dispendioso in termini di tempo) e riorganizzare l’intera base in un layout più strategico è semplice e trascinare gli edifici.

La modalità multigiocatore è dove la maggior parte dei giocatori può guadagnare rapidamente più risorse. Mentre costa una certa quantità di oro per entrare in battaglia, è un crapshoot su come sarà preparato il tuo avversario. Alcune basi nemiche saranno ovviamente intoccate da quando quel giocatore ha iniziato il gioco mentre altre saranno roccaforti apparentemente intoccabili. Fortunatamente, non sei bloccato al primo nemico che incontri, poiché puoi pagare la stessa quantità di oro per “ritirare” e controllare qualcun altro. È facile passare un sacco di tempo ad attaccare i giocatori di basso livello per un bottino facile, a dispetto di quanto sia economico.

Conclusione

Il combattimento è un punto debole in Castle Clash, perché manca di ogni senso di energia e lucentezza. Basta toccare dove si desidera posizionare le unità e guardarle attaccare le strutture vicine. Questa automazione è standard per il genere, ma non smette mai di portare la sua parte di fastidi. Anche quando le tue unità vengono attaccate, si concentreranno sulla struttura più vicina, subendo danni per tutto il tempo. Ciò porta a molte perdite inutili. I personaggi degli eroi sbloccabili aggiungono forza a una squadra, ma funzionano ancora come la maggior parte delle altre unità. L’unico vero controllo durante il combattimento è la magia, che può essere usata offensivamente o per supporto.

È difficile essere duri con Castle Clash, perché fa un buon lavoro nel seguire la formula di altri giochi del genere. La difficoltà per giocatore singolo è un bel tocco, anche se potrebbe essere troppo difficile per alcuni. Il multiplayer è costituito dalle offerte standard e il combattimento non è niente di speciale. Le immagini sono eleganti, ma non memorabili. Alla fine, Castle Clash finisce per essere “solo un altro gioco” invece di qualcosa di molto più grande.